Il gruppo AMGA è composto da:

PARCHI, GIARDINI E AIUOLE: DOPO IL LOCKDOWN IMPOSTO, AMGA TORNA ALLA CURA DEL VERDE PUBBLICO.

Legnano, 20 maggio 2020 – Dopo un mese e mezzo di blocco totale imposto, la trascuratezza del verde cittadino era evidente e per le squadre di AMGA deputate alla manutenzione, recuperare il tempo perduto è stato uno sforzo non indifferente, soprattutto perché le giornate di maltempo sono arrivate proprio quando è stato dato il via libera alla ripresa delle attività. Tuttavia, con oltre una dozzina di operai al lavoro sul territorio, molte attività urgenti sono state svolte, a cominciare dallo sfalcio dell’erba nelle aree comprese in quello che, denominato “lotto grandi parchi”, è composto dal parco Castello, dall’area del Castello Visconteo e relative pertinenze, dal parco ex Ila e dal Parco Ronchi:

  • al Parco Castello le attività di sfalcio saranno completate oggi. Nei giorni scorsi sono stati abbattuti 21 alberi (conifere, per lo più) che, essendo morti, costituivano un pericolo, per via della loro altezza elevata (circa 20 metri). Nel periodo di chiusura, al parco sono intervenuti gli esperti dell’Ersaf (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste), per condurre l’annuale azione di monitoraggio inerente l’attacco del tarlo asiatico sulle piante latifoglie. In questo caso sono stati effettuati alcuni abbattimenti, come la legge prescrive quando le piante risultano infestate (quelle abbattute erano, peraltro, fortemente pericolanti).
  • concluso anche il taglio dell’erba negli spazi del Castello Visconteo e nelle aree circostanti;
  • sull’erba del parco Ex Ila di via Colli Sant’Erasmo gli operai interverranno, invece, tra domani e dopo e, una volta ultimato l’intervento, procederanno con il parco Ronchi.

 

Attenzione rivolta anche ai due cimiteri cittadini, riaperti anch’essi dopo il periodo di chiusura forzata:

  • al cimitero parco (che si estende su una superficie di 78mila metri quadrati in gran parte a verde), la settimana scorsa i nostri operai hanno provveduto a tagliare l’erba, rifare il look alla grande aiuola d’ingresso, che con le sue 900 piantine di begonia offre ai visitatori un colpo d’occhio davvero suggestivo. Hanno inoltre riattivato l’impianto automatico d’irrigazione in modo che, con l’arrivo della stagione calda, tutta la vegetazione del parco possa ricevere un adeguato apporto di acqua;
  • Riattivato l’impianto d’irrigazione anche al cimitero monumentale di corso Magenta, dove gli addetti hanno provveduto alla pulizia dei viali, al taglio dell’erba e all’intervento di eliminazione delle erbe infestanti che crescono in mezzo alle pavimentazioni incoerenti dei viali.

E’ inoltre, in corso la verifica della funzionalità delle fontanelle (sono 123) e degli impianti d’irrigazione (circa 43, presenti principalmente nelle zone centrali).

L’attenzione di AMGA è, inoltre, rivolta alle 34 aree gioco per i bambini dove, approfittando della chiusura, è in corso l’ispezioni di tutte le attrezzature (oltre 190) ludiche e sportive presenti. I tecnici stanno riscontrando che, complice sicuramente il periodo di lockdown, gli atti vandalici ai danni dei giochi si sono notevolmente ridotti. Controlli anche nelle aree cani dove, oltre al taglio dell’erba, sono stati effettuati piccoli lavori di manutenzione delle recinzioni.

I prossimi interventi in calendario riguarderanno le spollonature dei tigli (per privarli, appunto, di quella vegetazione che si sviluppa ai piedi del tronco), presenti in ampi filari in varie zone della città (viale Gorizia, via Santa Caterina, via Bissolati, in un tratto di via Melzi, tanto per citarne alcuni) e la manutenzione delle aree verdi di pertinenza delle scuole, lasciate per ultime proprio per via della loro chiusura e della conseguente assenza del personale.